Benvenuti

Galleria Toledo festeggia 26 anni dalla sua fondazione (21 aprile 1991).

galleria-toledo-ingresso1Centro di produzione e osservatorio teatrale, luogo d’accoglienza per teatro musica e cinema di qualità, sempre sollecito a sostenere eventi collegati alle emergenze sociali.
Il teatro Galleria Toledo resta autenticamente in sintonia con le scelte programmatiche dei gloriosi primissimi giorni, e prosegue senza divergenze di orientamenti e con costante curiosità d’approcci la sua ricerca drammaturgica, ponendosi tra le avanguardie italiane e extra-nazionali del secondo millennio . In questo quarto di secolo, sulle tavole del palcoscenico di Galleria Toledo tanti gli autori e gli interpreti della cultura contemporanea, tra i quali ci piace ricordare con particolare affetto gli amici indimenticati: Antonio Neiwiller, Leo de Berardinis, Arturo Morfino, Judith Malina, il musicista Gino Evangelista, l’artista visuale Oreste Zevola, il fisico Renato Musto, e non ultimo Amato Lamberti, strordinario sostenitore dei diritti della cultura nell’agire responsabile delle istituzioni napoletane.

 

Il teatro Galleria Toledo di Napoli propone per l’anno 2017 il bando di ammissione alla rassegna “Stazioni D’Emergenza – atto IX ”,
piattaforma di lancio per la nuova creatività teatrale.

Il bando è aperto ad artisti e compagnie, nazionali e internazionali, con progetti individuali e collettivi nell’ambito delle arti performative.

(clicca qui per maggiori informazioni)

 


Prossimo Evento

lunedì 19 giugno ore 21.00

“Che cos’è l’amore” è un docu-film che racconta la tenera e poetica storia d’amore di Vanna, pittrice, 93 anni, e di Danilo, drammaturgo e attore teatrale, 50 anni.
A Milano Vanna e Danilo s’incontrano e si amano. Si conoscono ed è subito un colpo di fulmine.
Vanna e Danilo hanno costruito una relazione pura, trasparente, unica, senza falsi moralismi e inutili possessività, che coinvolge il corpo e la mente, un rapporto straordinario nonostante o forse proprio in virtù della loro differenza d’età.

A metà tra rappresentazione del reale e rielaborazione poetica, il documentario fotografa la dimensione temporale dei due protagonisti: sia quella parte della vita
limitata dall’attesa della morte, sia quella assoluta, scandita dall’amore e dall’arte che si sviluppa in contrasto con l’implacabile e prepotente ritmo del mondo esterno.

ATTENZIONE!
Questo evento avrà luogo solo se verrà raggiunto il quorum richiesto.


dettagli