PER QUELLO CHE VALE…

Nibiru (2011), Un uomo qualunque (2012), Senza titolo (2013), Nemico Pubblico (2014) e Liberaci dal bene (2015) sono i titoli dei cinque precedenti spettacoli di Giorgio Montanini. Fino ad ora ogni titolo ha avuto una funzione esplicativa rispetto al contenuto di ogni monologo.
Non è così per il sesto spettacolo del comico reduce dal successo della Terza Edizione di Nemico Pubblico (Rai3). “Per quello che vale…” è un titolo che lambisce appena il contenuto dei temi in esso affrontati. “Per quello che vale…” rappresenta molto di più: una riflessione.
Una riflessione che l’artista fa sull’effettiva funzione della sua esibizione e del ruolo che un comico ricopre in una società.
In questo caso, il titolo mette in guardia lo spettatore da ciò che andrà ad ascoltare.
Un comico satirico non dovrebbe mai salire sul piedistallo, non dovrebbe pontificare e, soprattutto, sentirsi migliore di quello che denuncia. Un palco non dovrebbe trasformarsi in pulpito, lo spettacolo in comizio e il pubblico in partito. In Italia, Paese in evidente crisi di identità, la figura del comico, però, viene elevata a punto di riferimento, a guru, a bocca della verità. Quello che pensa un comico e che poi diventa monologo, assume proporzioni d’importanza imbarazzante; il comico diventa punto di riferimento politico sociale ed economico. Questa deriva populista non solo è profondamente sbagliata nell’essenza, è anche pericolosa. Il contenuto di uno spettacolo satirico è solo il personalissimo punto di vista del comico e, in quanto tale, totalmente opinabile.
In Italia, invece, un comico viene preso sul serio, un politico viene preso a barzelletta.
La satira in più di duemilacinquecento anni, non ha mai rovesciato un governo, cambiato una legge, modificato un comma, aggiunto una postilla. I cambiamenti li fa la classe politica, classe politica eletta dai cittadini, ossia dal pubblico.
“Non deresponsabilizzatevi attribuendo al comico la funzione che non ha, assumetevi le vostre responsabilità alle urne, il comico le sue le affronta sul palco” afferma Giorgio Montanini e aggiunge. “Guardate questo spettacolo sapendo che gli argomenti della satira sono gli stessi da sempre, un comico moderno non fa altro che attualizzarli e plasmarli sulla società che vive, ve li sbatte in faccia con violenza. Le parole di un comico penetrano in profondità le carni dell’anima e stimolano i nervi scoperti facendovi sussultare per l’imbarazzo ed esplodere in una risata liberatoria. Finito lo spettacolo potrete sentirvi un po’ meglio e tornare a vederlo, oppure sentirvi disgustati e non tornare mai più. Finito lo spettacolo, però, non c’è altro. Finito lo spettacolo, potreste anche ripetere con gusto la battuta che tanto v’era piaciuta e riderne con gli amici, aggiungendo sempre la postilla: “Per quello che vale…”

Il 30 marzo 2017 in esclusiva alla Galleria Toledo di Napoli
“Per quello che vale…”, lo spettacolo di Giorgio Montanini, lo stand up comedian per eccellenza del panorama italiano.
Dopo i sold out di Milano, Roma, Torino, Bologna, Firenze e tante altre città italiane, il Nemico Pubblico Nazionale arriva a Napoli sul palco del Teatro Stabile d’Innovazione Galleria Toledo

GIORGIO MONTANINI
Stand-up comedian, autore e attore.
É uno dei pochi rappresentanti della stand up comedy in Italia.Nel 2008 è entrato a far parte del gruppo Satiriasi, il primo esperimento italiano di Stand Up Comedy. Nel 2011 ha portato in scena in diversi teatri italiani il suo primo spettacolo dal titolo Nibiru e, negli anni successivi, Un uomo qualunque.Nel 2013, nel programma di Rai2 #Aggratis!, è stato ospite fisso, nonché autore dei testi della trasmissione. Nel 2014 è stato il protagonista assoluto di Nemico Pubblico su Rai 3, la sua prima trasmissione televisiva. Nello stesso anno, con tutto il gruppo di Satiriasi, ha riscosso grande successo di pubblico su Sky (Comedy Central) con Stand Up Comedy, un programma innovativo che ha portato la stand up comedy in tv. Dato il successo, la trasmissione è stata confermata anche nel 2015. Sempre nel 2014, su Rai 3, ha curato la copertina satirica del talk show Ballarò, in sostituzione di Maurizio Crozza. Dato il successo registrato nelle prime due edizione è stato nuovamente il protagonista di Nemico Pubblico, la terza stagione andrà in onda da giugno a settembre 2016. Nella stagione 2016/2017 è ospite fisso su Rai Due a Nemo – Nessuno Escluso. Attualmente è impegnato in una tournèe che tocca le maggiori città italiane con il nuovo live Per quello che vale.

___________________________________

ORARIO SPETTACOLO
giovedì 30: ore 20:30

 

BIGLIETTI:
posto unico 20 euro

E’ possibile riservare telefonicamente o via mail.
Il ritiro del biglietto prenotato deve essere effettuato 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo, salvo diversa comunicazione.

 

 

 

MADAME BOVARY

MADAME BOVARY

 

È una donna che ha fame, una donna drogata di desiderio. La sua droga non sono gli oggetti, la sua droga è l’immagine, la visione, il sogno di ciò che non possiede. Lei vede qualcosa che non ha, lo desidera e corre. Se può permettersi di comprarlo lo compra.
Se non se lo può permettere, s’indebita e lo compra lo stesso. Se non può comprarlo, si ammala di desiderio e d’invidia. Il desiderio l’avvelena, ma nello stesso tempo la rende viva. Lei vuole l’impossibile, e questo la rende viva. Perché i desideri realizzati sono desideri morti. Perché soltanto l’impossibile è degno di essere desiderato.
Questa donna si chiama Emma, ma la chiamano tutti madame Bovary.
I debiti, i troppi debiti l’hanno portata sull’orlo del baratro, qui, di fronte a noi.
Emma entra correndo. Correndo sulla pedana.
Su quella linea retta, senza possibilità di fuga, percorre la vita che le rimane. Avanti e indietro. Fino alla fine. Mentre le mosche ronzano. Mentre Charles, forse, l’ascolta “dall’altra stanza”, senza fare niente. Mentre io la guardo dal buio della sala, insieme agli altri spettatori, senza fare niente.
La guardo mentre la fa finita.
La guardo mentre finisce di farla finita.
Fino all’ultimo battito del suo cuore.

Dal 24 al 26 marzo 2017 al Teatro Galleria Toledo andrà in scena lo spettacolo Madame Bovary.

regia Luciano Colavero
con Chiara Favero
vincitore STAZIONI DI EMERGENZA – Atto VI scenografia Alberto Favretto | Marcello Colavero suono Michele Gasparini
luci Elisa Bortolussi
costumi Stefania Cempini organizzazione Simona Rossi produzione Strutture Primarie
con un ringraziamento speciale a Spazio Aereo, Arti e Spettacolo, Kanterstrasse/Valdarno Culture, Eventi Arte Venezia.

___________________________________

ORARI SPETTACOLI
venerdì 24: ore 20:30
sabato 25: ore 20:30
domenica 26: ore 18:00

BIGLIETTI:
intero 15 euro
ridotto 12 euro [per convenzionati e over 65] giovani under 30 10 euro

E’ possibile riservare telefonicamente o via mail.
Il ritiro del biglietto prenotato deve essere effettuato 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo, salvo diversa comunicazione.

CONVENZIONATI CON:
Supergarage
via Shelley 11 – Napoli / t. +39 0815518708

FELTRINELLI
Per i titolari Carta Più e Carta MultiPiù biglietto d’ingresso ridotto 10,00€ anziché 15,00€.
Presenta la tua carta al botteghino del Teatro.

UBIK
Per i titolari della Card Ubik o segnalibro biglietto d’ingresso ridotto 10,00€ anziché 15,00€.

Presenta la tua card/segnalibro al botteghino del Teatro.

SEME DI PACE ONLUS
Maria Furino Casa Saimir – Comunità Alloggio per Minori
TEL. 081 – 7762769 – m.furino@semedipace.org
(Anna Ambrosino una delle referenti)

ESPLORAMONDO Ass. Culturale
“Esploramondo, viaggi studio…e tanto altro”
Napoli
Giovanni Strino – Tel. 081 3418339 – +39 3738947951
esploramondo@virgilio.it

CRAL TLC Comprensorio Olivetti
Pozzuoli
Consigliere Generoso Filippini
info@craltlc.it

U.I.L.T.
UNIONE ITALIANA LIBERO TEATRO CAMPANIA
Piazzale Molo Carlo Pisacane, 80133 Napoli
Presidente: ORAZIO PICELLA
Tel.: 081 7142498 – Cell.: 349 7832884
e-mail.: orazio.picella@gmail.com

 

 

archivio