Il Passaporto

il passaportoLE MACCHINE DESIDERANTI
presentano

IL PASSAPORTO
drammaturgia di Dino Montanino – regia di Giovanna Senatore

23, 24  maggio – 20,30

INGRESSO GRATUITO su invito.

 

 

 

 

 

Il Passaporto è costruito a partire da una drammaturgia liberamente tratta dal romanzo Passaporto all’iraniana di Nahal Tajod. Del romanzo restano alcune suggestioni narrative legate soprattutto al carattere burocratico, fondamentalista e socialmente caotico dell’Iran di oggi. A Teheran, per rinnovare il passaporto bisogna fare quarantotto ore di coda e attendere un mese. Chi non vuole aspettare, si affida a chi ha fatto del’arte di arrangiarsi una filosofia di vita. La storia che raccontiamo è ambientata in un non-luogo ai margini di una città che assomiglia a Teheran ma potrebbe essere la capitale di qualunque paese, vero o immaginario, nel quale un banale diritto diventa occasione per intraprendere un percorso intricato che appare privo di prospettive concrete. La protagonista della storia si trova invischiata in una rete di relazioni impreviste che non sembrano darle speranza. Lei vive a Parigi da tempo ma torna nel suo paese d’origine per rinnovare il suo passaporto. Ritrova una realtà nella quale si sente una straniera. Il disperato tentativo di ottenere il documento di cui ha bisogno diventa l’occasione per esplorare dinamiche inattese e per scoprire un mondo di personaggi costretti o desiderosi di distinguersi nel tentativo di dare un senso alla loro esistenza schiacciata da una sistema politico che lascia poco spazio all’autenticità delle relazioni. La donna scopre un paese nel quale tutti sono costretti a fare almeno due lavori. Un paese regolato da leggi rigide dopo una “rivoluzione” che ha inciso fortemente sulla vita degli uomini e, soprattutto, delle donne. Un paese nel quale, per sopravvivere, bisogna affidarsi a personaggi poco affidabili. Un paese dal quale verrebbe voglia di scappare pur essendo costretti, giocoforza, a restare.
Un paese lontano, molto lontano. Lontanissimo davvero dalla nostra realtà.