giovedì 19 dicembre 2019 – ore 21.00
GATOS DO MAR
la sindrome di Wasterlust

Annalisa Madonna – voce
Gianluca Rovinello – arpa
Pasquale Benincasa – percussioni

Special guests:
Fabiana Martone: voce
Beppe Gargiulo: voce
Elisabetta Serio: piano
Luigi Esposito: fisarmonica
Pino Ciccarelli: clarinetto
Gabriel d’ario: chitarra flamenco
Alessandro Grossi: flauto traverso e sax
Alessandro de Carolis: flauti barocchi
Livia Bertè, Antonio Iengo, Giuseppe Ricci, Angela di Fiore: coristi

Performance artistiche di:
Selvaggia Filippini, Beppe Gargiulo, Chiara Falanga, Noemi Capuano e Lucia Cinquegrana.

I Gatos do mar sono un eclettico trio composto dalla voce di Annalisa Madonna, dall’ arpa di Gianluca Rovinello e dalle percussioni di Pasquale Benincasa.
Nati nel 2012 e uniti dall’amore per la saudade brasiliana e il blues, i Gatos iniziano un viaggio ascoltando il richiamo del mare, attraversando l’oceano tra jazz e folk, bossanova e fado. Dopo due anni di concerti in club e locali italiani, e la registrazione del disco “Io pretendo dignità” per Amnesty International, esce del 2015 “La Zattera”, il disco di esordio dei Gatos do mar, annunciato dal singolo “Salamastra”, che raccoglie le esperienze maturate nei live fondendole con una ricerca talvolta anche azzardata su due
strumenti, arpa e voce, dalle molteplici potenzialità.
Un’arpa che diventa una zattera per viaggiare ed esplorare nuovi mondi… cosi “La Zattera” viaggia attraverso l’Italia con 90 concerti in due anni, esibendosi su palchi come il Napoli Teatro Festival, il festival Pausylipon, la Fondazione Otto Jazz, e il Teatro Bellini di Napoli.
Nel 2019 esce il secondo lavoro discografico dei Gatos do mar, ispirato alla Sindrome di Wanderlust, il desiderio di esplorare e andare oltre il proprio mondo. Infatti questo nuovo disco traghetta la precedente esperienza musicale de “La Zattera” verso una nuova ricerca sonora, attraverso anche l’uso di nuovi strumenti ed elettronica, rivolta verso Mashalaima, l’utopica isola dei musicisti naufraghi.

posto unico 12 euro